Ma il miele che compriamo è puro??

Ma il miele che compriamo è puro??
Pensiamo di trovare prodotti di alta qualità al supermercato, ma spesso sugli scaffali si nascondono alimenti contraffatti, in particolare provenienti dalla Cina. Tra questi c’è anche il miele, un prodotto che vanta proprietà importanti, che però vengono perse durante processi che ne alterano la qualità.
Alcuni esperti hanno analizzato campioni di miele venduti nei supermercati e hanno registrato adulterazioni che arrivano fino al 40%. Al miele infatti viene aggiunto sciroppo, ma non solo, infatti per tagliare il miele vengono utilizzati anche mais, glucosio, fruttosio e riso.
Un consumatore normale purtroppo non è in grado di distinguere un miele puro da un miele contraffatto.
La docuserie “Rotten” di Netflix ha affrontato il delicato tema della coltivazione e produzione del cibo, con un primo episodio che tratta proprio dalle frodi del miele.

Quali sono le PROPRIETA’ BENEFICHE del miele?
È noto come nell’antichità diversi popoli attribuissero al miele un potere curativo e questa fiducia nella sua efficacia si è protratta nei secoli fino ai giorni nostri. Con l’avvento della scienza, si è sentita la necessità di indagare con maggiore oggettività sulla fondatezza di questi rimedi a base di miele.
I 6 punti salienti delle ricerche sulle proprietà benefiche del miele:
  1. È efficacie nel trattamento delle piccole lesioni e ustioni;
  2. Ha proprietà antiossidanti, quindi rallenta i processi di invecchiamento e aiuta a prevenire alcune malattie;
  3. Il miele ha proprietà antibatteriche, sono dovute principalmente al perossido di ossigeno e in misura minore vi contribuiscono anche l’abbondanza di zucchero e la sua acidità. Non solo il miele è efficace contro la maggior parte dei batteri, ma lo è anche contro diversi batteri che hanno sviluppato una resistenza agli antibiotici e contro alcuni funghi;
  4. È un ottimo sedativo per combattere la tosse e il mal di gola;
  5. Può coadiuvare il trattamento di infezioni degli apparati oculare, respiratorio, dentale, come anche nelle gastroenteriti e nelle infezioni fungine della pelle di alcuni animali da allevamento;
  6. A seconda del tipo di miele cambiano anche le proprietà terapeutiche: ad esempio il miele di acacia agisce positivamente sull’apparato digerente, il miele di bosco è indicato negli stati influenzali, mentre il miele millefiori ha un’azione disintossicante sul fegato.